Dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00

Dieta Alcalina

Dieta Alcalina

Quanti non hanno mai sentito parlare di DIETA ALCALINA e magari si sarà chiesto se era moda, verità o se effettivamente utile.

Abbiamo visto negli articolo precedenti il ruolo del pH sulla nostra salute e sul nostro benessere, su tale principio è nata negli anni la concezione che bisognasse assolutamente basificare il nostro sistema, cioè introdurre sostanze che in qualche misura aiutassero a tamponare gli eccessi di ioni H+ che alimenti e processi metabolici vanno a generare nell’organsimo  così come eliminare una gamma sempre più ampia di alimenti al fine di tutelare la nostra salute.

Come sempre la mezza via trova un senso di realtà e veridicità.

Infatti se da un lato la vita moderna ci ha portato e ci porta a sostenere stress continui dall’altra parte non scordiamoci mai che dobbiamo imparare a modificare il nostro stile di vita per eradicare il più possibile i problemi.

Quindi è giustissimo avere premura nei confronti della nostra alimentazione e di ciò he mangiamo, ma anche alla sua provenienza e alla sua coltivazione. Ricordandoci sempre che l’evoluzione umana, e non sto parlando di geni, è stata possibile grazie anche a drastici cambiamenti nutrizionali, è necessario quindi avere un’alimentazione varia ricca di vegetali ma senza penalizzare in modo eccessivo le proteine; ricordandoci nel caso di alternare  tra proteine vegetali e animali. L'obiettivo finale è quello di fornire al nostro organismo la gamma più ampia possibile di materie prime, facendo attenzione che siano di qualità. Alla stessa stregua i carboidrati: sono importanti forniscono energia insieme ai grassi, ma a differenza di quest’ultimi sono più facilmente e velocemente utilizzabili, quindi scegliamoli con cura ma non togliamoli dalle nostre tavole a priori.

Tempi lontani

In ogni cultura, religione è previsto un periodo di restrizione calorica, ma se ci pensate bene è cosa comune in natura, è una necessità biologia di “ripulitura” di rinnovo.  In genere coincidono con i cambi di stagione, e corrispondo alla necessità di affrontare dei cambiamenti senza portarci dietro bagagli di troppo. Su questo si basano infine diete alcaline, detossificanti, drenanti o le più commerciali diete del minestrone.

Tempi moderni

Nella nostra cultura in cui gli eccessi sono diventati quotidiani, e non parlo solo di alimentazione, ma di attività fisica, uso di strumenti che ci connettono H24 al mondo, di affaticamento psicofisico costante per le richieste di una società sempre improntata alla corsa, al consumo, all’ insoddisfazione.

Tutto questo influisce in modo importante sul sistema “essere umano” sulla sua secrezione endocrina, sui suoi sistemi difensivi, di pulizia e quindi sula sua salute.

Quindi è tutto inutile

Vi state forse chiedendo se è tutto inutile, se seguire una dieta specifica sia solo una perdita di tempo un sacrificio superfluo. Assolutamente no, ma dobbiamo imparare tutti quanti ad agire in profondo. Non è sufficiente fare la dieta detox, alcalina o di qualsiasi tipo se non la si comprende e la si fa propria. Ad esempio ha poco senso  inserire un giorno a settimana in cui ci limitiamo anche molto e poi gli altri 6 giorni ci si imbottisce di junk food, i troiai come li chiamiamo noi a Firenze. Può essere migliore fare l'inverso cioè nel contesto di una dieta equilibrata, concedersi dei vizi ma che saranno appunto saltuari. Poi per noi il cibo è edonistico e quindi evento sociale e di piacere, ma mangiare bene non significa solitudine e tristezza.

Succhi Di Verdura, Verdure, Appartato, Bianco, Fresco

In alcuni momenti, ai cambi di stagione in particolar modo o quando magari ci sentiamo più affaticati scegliere per un breve periodo di limitare alimenti “acidificanti” può aiutare; ad esempio dopo un periodo di pasti fuori e non bilanciati, dopo trattamenti farmacologici che possono affaticare il processo detossificante, una settimana leggera ricca vegetali, una buon apporto di frutta e proteine soprattutto vegetali o dal pesce possano indubbiamente facilitare la ripresa.

360°nutrilifefirenze lo stile per una vita in formato #starbenesentirsibene

Io mi sento sempre di consigliare, in tutela del benessere e dell’ambiente, un giorno verde, in cui sulle nostre tavole mettiamo solo alimenti di origine vegetale. In questo modo rodiamo il sistema senza però costringerlo a lunghi e spesso inutili periodi di privazione che possono in verità stressare ancor più. UNa giornata di questo tipo inserita in una dieta bilanciata favorisce il ripristino o mantenimento del peso forma e può sostenere i proecsi metabolici.

In fine come dicevo all’ inizio dobbiamo imparare a rivedere le nostre abitudini;  per cui oltre al giorno verde, regaliamoci almeno mezza giornata a settimana sconnessi dal mond, quindi chiudiamo pc e lasciamo i cellulari spenti o a casa. Ricordiamo di dedicare tempo al movimento ma senza sottoporre il nostro fisico a attività sportiva intensa, almeno che non si faccia di lavoro. Ora gli sportivi mi odieranno .. ma l’uomo non è nato per fare sport ma per muoversi… lo sport induce stress e per gli sportivi la “detossificazione” è fondamentale e acquisisce un significato e ruolo bene diverso. Quindi sì al movimento no alle sessioni stremanti e anabolizzanti in palestra, o per lo meno sappiate che non serve al vostro benessere.

Dedicate del tempo alla vostra mente: ricordatevi che vivere tutto con ansia e angoscia peggiora la percezione della realtà e induce stress endocrino, altera il sistema immunitario e favorisce processi ossidativi.

Infine respirate… se all’aria buona anche meglio, ma in ogni caso imparate a respirare correttamente corpo mente e metabolismo ringrazieranno.