La Curcuma in cucina

La Curcuma in cucina

La curcuma, è definita anche spezia-farmaco, in quanto può aiutare a ridurre la sintomatologia di alcuni disturbi, (leggi anche: ‘Curcuma: la spezia d’oro’ per avere maggiori informazioni).

In questo articolo vi daremo qualche consiglio su come impiegare (in modo corretto) questa spezia in cucina, e quali benefici ne trarrete.

 

La curcuma è utilizzata dalla medicina ayurvedica da più di 5000 anni. In India gli yogi sono soliti assumerla sotto forma di bevanda calda, il latte d’oro, per prevenire e alleviare i dolori articolari e reumatici.

Diversi studi confermano le proprietà benefiche della curcuma già riconosciute da tempo dalla medicina orientale come:

  • Azione antinfiammatoria, utile nella prevenzione di ulcere gastriche;
  • Rafforzamento del sistema immunitario;
  • Regolarizzazione del metabolismo;
  • Azione antiossidante.

Tutte queste proprietà sono rese disponibile grazie alla molecola presente nella spezie e responsabile appunto della sua azione benefica sul nostro organismo, la curcumina.

La curcuma è ricavata dalla polverizzazione del rizoma, ma la spezia da sola, non è assorbita in modo ottimale dal nostro organismo!!!

Perché possa esprimere il meglio di se la curcumina deve essere unita al pepe nero o assunta insieme a dei grassi.

Altro consiglio è di abbinarla a broccoli e cavoli e soprattutto di consumarla fresca, infatti, la cottura e l’essicazione cui viene sottoposto il rizoma per ottenere la polvere riducono notevolmente l’efficacia della curcumina.

 

Potremo utilizzarla in moltissimi modi, polverizzandone un paio di cucchiaini sul risotto in fase di mantecatura, o aggiungendola alle patate in tegame a fine cottura ad esempio, ma cosa molto importante, ricordiamo sempre di aggiungere a tutte le nostre ricette un pizzico di pepe nero macinato e un generoso cucchiaio di olio se vogliamo che la spezia dia il meglio di se!!!

Per concludere, vi consigliamo di provare l’ormai noto “latte d’oro”!!!

Se bevuto a digiuno, soprattutto al mattino, ci regalerà una sorsata di vitalità e salute.

 

 

 

Riportiamo qualche ricetta di questa speciale spezia.

 

Golden Milk

 

Ricetta tradizionale con pasta di curcuma

Ingredienti

Per la pasta di curcuma:

-50 gr di curcuma in polvere

-50 gr di acqua

-un pizzico di pepe nero macinato (circa 2 grammi)

Per il Golden Milk:

-1 cucchiaio di pasta di curcuma

-1 tazza di latte, vaccino o vegetale

-1 cucchiaio di olio di mandorle dolci alimentare o, in alternativa, burro chiarificato o olio di cocco o extravergine di oliva

-Facoltativo: un cucchiaino di miele per dolcificare

Procedimento

  • Preparazione della pasta di curcuma:

Rovesciare 50gr di acqua, pepe e curcuma in un pentolino e scaldarlo ricordando di mescolare continuamente, bisogna evitare la formazione di grumi, ottenendo un composto cremoso e liscio. Circa 7/8 minuti.

Lasciare raffreddare a temperatura ambiente.

La pasta può essere conservata in frigorifero per un massimo di 40 giorni

  • Preparazione del Golden Milk:

Unite mezzo cucchiaino (o un cucchiaino intero) di pasta di curcuma a una tazza di latte, insieme all’olio prescelto o al burro, scaldando il tutto leggermente sul fuoco per un paio di minuti e fino ad avere un composto cremoso, mescolando continuamente e senza fare arrivare a bollore. Se si vuole ottenere una bevanda ancora più cremosa, si potrà emulsionare il tutto con un frullatore a immersione per qualche istante.

Dolcificare a piacere con il miele e, se vi piace, spolverare con cannella.

Versione veloce.

Aggiungere a un bicchiere di latte tiepido, vaccino o vegetale, da un quarto a mezzo cucchiaino di curcuma, insieme a un cucchiaino di olio di mandorle dolci e a un pizzico di pepe nero macinato. A piacere, dolcificare con un cucchiaino di miele.

Nota: la pasta di curcuma utilizzata per il golden milk, è anche efficace, nella quantità di un cucchiaino al giorno, nel lenire i sintomi di mal di gola e raffreddore.

 

Zuppa di lenticchie e spinaci alla curcuma con crostoni integrali

Ingredienti

-200 gr d lenticchie secche

-1 litro di brodo vegetale

-1 cucchiaio raso di curcuma

-1 cipolla

-1 cucchiaino di semi di senape

-1 limone

-200 gr di spinaci

-3 cucchiai olio extravergine di oliva

 

Procedimento

Sciacquate le lenticchie, preferibilmente quelle che non necessitano di ammollo, mettetele in una pentola, copritele con brodo vegetale freddo e inserite la curcuma.

Portate a bollore e fate cuocere per circa 50 minuti, coperto e a fuoco basso.

In seguito salate e frullate le lenticchie, aggiungendo acqua calda se necessario. Unite il succo di limone a proprio gusto, conservandone la scorza.

Cuocete poi gli spinaci a vapore per due o tre minuti, poi salateli leggermente e teneteli in caldo. Pulite e affettate finemente la cipolla, fatela appassire in un padellino con un cucchiaio di olio, 2 di acqua, un pizzico di sale e i semi di senape, poi unite le lenticchie frullate e mescolate.

Mettete la zuppa nei piatti e guarnite con ciuffetti di spinaci e pane integrale tostato. Completate con i due cucchiai di olio rimasti, una grattugiata di scorza di limone e servite caldo.


Pollo al Curry

 

Ingredienti:

-500 gr di petto di pollo tagliato a cubetti

-1 spicchio di aglio

-1 piccola cipolla

-1 cucchiaino di curcuma in polvere

-1 cucchiaino di noce moscata

-1 cucchiaino di pepe nero macinato

-1 cucchiaio succo di lime

-2 cucchiaini di pasta di curry rossa

-1 cucchiaino di zucchero

-prezzemolo quanto basta

-olio extravergine di oliva

-2 peperoncini verdi

-sale

 

Procedimento

In una pentola larga soffriggete in poco olio l’aglio, i peperoncini verdi e la cipolla tagliati a fettine sottili, aggiungete poi un pizzico di sale, lo zucchero, la curcuma, il garam masala, la noce moscata e il curry. Mescolate e mantecate con il succo di limone.

Aggiungete nella padella il pollo tagliato a cubetti, allungate con qualche cucchiaio di acqua o del brodo vegetale caldi e lasciate cuocere con il coperchio a fiamma moderata per 10 minuti.

Non appena l’acqua di cottura è evaporata, togliete dal fuoco.

Servite su di un piatto da portata spolverando con il prezzemolo tritato.

Se vi piace, potete aggiungere, al posto dell’acqua o del brodo, del latte di cocco non zuccherato.

 

Pesce al Curry