Dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 16:00

NAC, Cos'è e a cosa serve!

NAC, Cos'è e a cosa serve!

E' il derivato acetilato dell'amminoacido solforato L-cisteina e, rispetto a quest'ultima, presenta una maggiore stabilità ed una migliore biodisponibilità.

La cisteina è un amminoacido non essenziale indispensabile in svariati processi biochimici quali per esempio nella formazione della cheratina, una proteina che contiene una grossa quantità di zolfo principalmente sotto forma dell'amminoacido solforato cisteina che, grazie a legami trasversali chiamati ponti disolfuro (S-S), conferisce alla struttura solidità, coesione e resistenza.

Inoltre la N-acetilcisteina è un precursore del tripeptide glutatione (GSH), il principale antiossidante endogeno prodotto principalmente per via epatica. Numerosi studi testimoniano un incremento della sintesi endogena di glutatione a seguito dell'integrazione di N-acetilcisteina ed un incremento della produzione di ossido nitrico (NO)

E' dotata inoltre di una fortissima azione antiossidante diretta in quanto presenta un gruppo tiolico libero nucleofilo in grado di interagire selettivamente con i gruppi elettrofili dei radicali liberi ossidanti e presenta una azione chelante nei confronti dei metalli pesanti favorendone pertanto l'eliminazione.

L’acetilcisteina, detta anche N-acetilcisteina è una molecola che deriva dalla reazione di N-acetilazione della cisteina, un amminoacido.

Si tratta di un derivato che ha dimostrato d’essere attivo come antiossidante e mucolitico: per questo motivo è da tempo il principio attivo di alcuni farmaci indicati nel trattamento delle affezioni respiratorie che causano ipersecrezione densa e vischiosa di catarro, come bronchite acuta, bronchite cronica e sue riacutizzazioni, enfisema polmonare, mucoviscidosi e bronchiectasie. Questo è appunto quanto derivato dalla scheda tecnica ufficiale del principio attivo. A questa indicazione primaria si aggiunge quella di “antidoto”: la somministrazione di acetilcisteina è utile come rimedio salvavita in caso di eccessiva somministrazione di paracetamolo.

La recente lettareratura scientifica ha dimostrato che l’acetilcisteina potrebbe essere indicata per il trattamento dell’acne lieve e moderata ed anche proteggere le celleule del sistema nervoso dai danni di alcune malattie infettive. I dati in questo senso non sono conclusivi.

Il farmaco in basse dosi è disponibile in farmacia e parafarmacia senza obbligo di prescrizione, mentre in alte dosi e in fiale il medicinale è soggetto alla distribuzione previa presentazione di ricetta del medico. In ogni caso va assunto con attenzione dopo aver letto il foglietto illustrativo e chiesto eventuali spiegazioni al farmacista.

L’acetilcisteina è controindicata nei pazienti affetti da asma bronchiale e nei bambini di età inferiore ai 2 anni. Anche chi soffre o ha sofferto di ulcera dovrebbe assumere il farmaco solo sotto controllo medico.

L’acetilcisteina interagisce anche con altri farmaci, come anti-tussivi, che inibiscono il riflesso della tosse, essenziale per eliminare le secrezioni bronchiali fluidificate dall’acetilcisteina. I dati in merito all’assunzione contemporanea di antibiotici per bocca suggerisco di far passare almeno due ore prima della somministrazione di acetilcisteina.

In generale comunque è un farmaco ben tollerato e gli effetti indesiderati più comuni sono nausea, vomito e orticaria.



This is the privacy policy sample page.
It was created automatically and do not substitute the one you need to create and provide to your store visitors.
Please, replace this text with the correct privacy policy by visiting the Customers > GDPR > Privacy Policy section in the backend.