L'Olio di enotera e le sue incredibili proprietà

L'Olio di enotera e le sue incredibili proprietà

L’olio di enotera, normalmente standardizzato come acido gamma-linolenico e commercializzato in opercoli, è un potente inibitore della 5-alfa-reduttasi, di tipo I e di tipo II ed ha effetti benefici sulla prevenzione della caduta dei capelli, acne e ipertrofia prostatica.

Si estrae dai semi di una pianta appartenente alla famiglia delle Onagraceae dal nome Oenothera biennis. Questa specie di primula, molto diffusa in Europa ma originaria dell’America Settentrionale, appare con il fusto semplice, puntinata o dalle striature rossastre, dalle foglie lanceolate dal colore verde brillante e dai margini irregolari e dentati.

L’olio di enotera viene proposto normalmente come integratore per il trattamento di: sindrome premestruale, artrite atopica, dermatite atopica, dolore al seno causato dal ciclo mestruale, diabete, malattie coronariche e sintomi della menopausa.

Date le sue proprietà, è un toccasana anche per il nostro sistema cardiocircolatorio, grazie proprio agli omega-6, ci garantisce un ottimo sostegno al corretto funzionamento della circolazione e alla prevenzione di malattie cardiovascolari.

Quest’olio ricopre il ruolo di vasodilatatore, regolando la pressione, proteggendoci da arteriosclerosi e trombi e impedisce la formazione di coaguli nel sangue, inoltre è in grado anche di ridurre il colesterolo cattivo, risultando quindi un ottimo supporto contro il diabete.

Una delle proprietà più rilevanti di quest’olio però è l’azione antinfiammatoria, risulta infatti utilissimo in caso di problemi o malattie ossee o delle articolazioni, fornendo aiuto in caso di strappi e dolori muscolari.

Questo potente olio si può usare anche per proteggere la mucosa dello stomaco, per migliorare la motilità intestinale in caso di stipsi e in caso di infiammazioni al colon.

L’attività antinfiammatoria dell’olio di enotera può essere potenziata da una dieta a basso carico glicemico e molto ricca di pesce, attenzione però, il ridotto apporto di DHA e EPA e l’eccesso di zuccheri potrebbero ridimensionare proprio tale attività.

Altro utilizzo interessante per l’olio di enotera riguarda il trattamento della dermatite atopica, anche se attualmente studi specifici e sperimentazioni varie evidenziano risultati discordanti.

Per contrastare la produzione di radicali liberi viene raccomandata l’associazione dell’olio con la vitamina E.

Normalmente, i dosaggi vengono calibrati in modo da fornire dai 160 ai 400 grammi di acido gamma linolenico al dì, e le dosi consigliate sono di 6-8 grammi negli adulti e al massimo 2-4 grammi nei bambini, con somministrazione orale.

Ben tollerato dalla maggior parte delle persone, presenta raramente solo lievi effetti collaterali come mal di testa e problemi gastrointestinali (nausea, feci molli, dispepsia), si sconsiglia l'uso o solo sotto stretto controllo medico se in presenza di schizofrenia.

Si raccomanda in ogni caso un consulto medico data la serietà delle condizioni per le quali l’olio di enotera trova indicazione.