Alimentazione capelli: parla la nutrizionista

Alimentazione capelli: parla la nutrizionista

Alimentazione capelli: la nutrizionista ci spiega come il nostro stile di vita condiziona la salute dei capelli. Ecco i consigli per una chioma perfetta.

13/10/2020

In quest’articolo, la nostra nutrizionista ci illustrerà nel dettaglio il legame che vige tra il benessere capelli e alimentazione sana. Nello specifico: 

 

Alimentazione capelli: una premessa necessaria

Quando si parla di salute del capello si pensa subito a quale shampoo usare, quale balsamo quale crema, quanto e come lavarli. Senza dubbio sono tutti aspetti importanti, ma non bisogna dimenticarsi che i capelli si nutrono da dentro con la nostra alimentazione quotidiana

Infatti, a differenza di quello che si potrebbe pensare, i capelli sono una struttura estremamente complessa e noi vediamo solamente la componente cheratinizzata.
Il capello, anzi meglio il follicolo pilifero, da cui origina il capello, è un elemento vivo che ha bisogno di un insieme di sostanze per svilupparsi nel modo più sano possibile. Per capirci meglio, dobbiamo pensare ad una sorta di seme che deve dare vita ad una pianta: il concetto è più o meno lo stesso. 

 

Pelle e microbiota cutaneo: terreno e fertilizzante per capelli

Per comprendere al meglio il nesso tra dieta e capelli, partiamo dalla base: la cute. Infatti, la salute della cute è un aspetto importante per il corretto accrescimento dei capelli. Questo perché sulla nostra pelle risiedono numerose specie batteriche che si differenziano in base alle aree del corpo. Inoltre, questi batteri sono soggetti a cambiamenti in base al nostro stile di vita, a dove abitiamo, all’inquinamento e alla nutrizione

Di conseguenza, la componente microbiotica che cresce sulla nostra pelle è alla base di una lunga serie di interazioni (anche biomolecolari) fondamentali per garantire uno schermo protettivo, un’adeguata risposta immunitaria, un pH fisiologico, un film idro-lipidico equilibrato e una secrezione sebacea ottimale.

Ecco perché è necessario aver cura del nostro microbiota cutaneo così come ci prendiamo cura del nostro microbiota intestinale. Inoltre, essendo i due in stretta correlazione, le alterazioni dell’uno possono comportare squilibri anche nell’altro.

Il microbiota è coinvolto, quindi, direttamente o indirettamente:

  • Sugli enzimi presenti sulla pelle
  • Sulla componente idrolipidica sebacea
  • Sulla componente antiossidante

Oltre ad agire in superficie, il microbiota cutaneo sembra insediarsi anche sottocute fino, appunto, alle ghiandole, ai bulbi e follicoli. Pertanto, la cute con il suo microbiota costituisce un terreno biodinamico, dove si instaurano le condizioni per la crescita del capello. 

 

Il ciclo di vita del capello

ciclo di vita capello

 

Il capello inizia la sua genesi già nella vita fetale intorno al terzo e al quarto mese di gestazione. In particolare, il ciclo di vita del capello, già presente nel bambino, è costituita da tre fasi: 

  • Anagen: crescita 
  • Catagen: involuzione 
  • Telogen: riposo

I capelli hanno tra loro fasi di crescita a sincrone. Il ciclo di vita del capello è regolato principalmente da due componenti: uno ormonale e l’altro connesso alla disponibilità di nutrienti e dei fattori di crescita

 

Driver nella crescita del capello

Per quanto riguarda gli ormoni quando si parla di capelli, la maggior parte dei casi ci si riferisce agli androgeni, ma non sono i soli attori coinvolti nella vita della nostra capigliatura. 

Infatti, tiroxina e ormoni tiroidei, estrogeni e prolattina hanno anch’essi un ruolo importante nella regolazione del ciclo del capello.

Come ogni cellula ed essere vivente, anche il capello per la sua crescita ha bisogno di nutrienti. Ecco, quindi, che emerge l’importanza di un buon comparto gastroenterico che consenta la corretta digestione degli alimenti ingeriti. In questo modo, vengono messe in circolo tutte le sostanza necessarie alle cellule, comprese quelle del bulbo. 

Come sempre, microbiota intestinale, stile di vita sano e alimentazione equilibrata sono alla base della nostra salute.

 

Alimentazione capelli: il ruolo dello stress

stress

 

Come si può intuire, i capelli non sono un qualcosa di estraneo da quello che avviene all’interno del nostro corpo. Per cui, anche le emozioni e come esse vengono vissute possono avere un impatto sulla salute.

La cute e il tessuto tegumentario associato, di cui i capelli fanno parte, sono una complesso del complesso PNEI. La pelle è ricca di terminazioni nervose attraverso cui trasmette le informazioni sensoriali al cervello. Inoltre, nella pelle ritroviamo numerosi ormoni prodotti dal cervello durante lo stress ed esiste una via alternativa (HPA), quella appunto cutanea, di attivazione in risposta allo stress. 

Sempre a livello cutaneo, i plessi nervosi producono neuropeptidi, neuro-ormoni che influenzano il sistema immunitario e lo stato infiammatorio, ma che agiscono anche sul follicolo pilifero regolandone crescita, pigmentazione, rimodellamento, biologia delle cellule staminali in essi contenuti e metabolismo energetico.

Di conseguenza, lo stress agisce in modo determinante anche sulla salute del capello andando ad alterare i sistemi regolativi e il corretto apporto di principi nutritivi.

 

Nutrienti e cibi per capelli 

nutrienti

 

Ora che abbiamo approfondito il ruolo della cute e dello stress nella regolare crescita dei capelli, è più facile comprendere anche il legame tra alimentazione e capelli e la corretta dieta capelli. In particolare, quando si parla di alimentazione per capelli sani, non possiamo non parlare di: 

  • Sali minerali e vitamine: sono fondamentali per una buona salute del capello ed è importante che i valori di riferimento siano tutti superiori ai minimi inferiori (non dobbiamo accontentarci di essere al limite!). Nello specifico, non possono mancare i giusti livelli di vitamina A, vitamina E, vitamina D, vitamina H, vitamine del gruppo B e oligominerali come Ferro, Zinco e Rame. 
  • Aminoacidi: sono essenziali per consentire un costante rinnovo; in particolare, cisteina, metionina, istidina, glicina, fenilalanina e tirosina sono importanti per la formazione delle cheratine.
  • Acidi grassi essenziali

 

 

Una dieta per capelli sani, quindi, deve prevedere vitamine e sali minerali, i quali si trovano soprattutto nella verdura e nei prodotti di origine animale. Invece, gli aminoacidi menzionati sono presenti nei latticini della carne e nei cereali, altri due tipologie di cibo per i capelli essenziali. Per quanto riguarda gli acidi grassi, si trovano principalmente nei frutti oleosi, nel pesce azzurro e nel salmone

 

Per mantenere i capelli sani e una corretta alimentazione per i capelli, non possono mai mancare questi nutrienti. Ci sono dei segnali che possono far orientare verso alcune carenze piuttosto che altre, ma per prevenire qualsiasi disturbo questi alimenti possono essere inseriti e ruotati nei pasti.

In conclusione, la salute della cute e dei capelli sono il riflesso di uno stato di salute generale e le alterazioni del capello possono indicare carenze prima che queste si manifestino clinicamente. Abbi cura della tua chioma con la migliore dieta per i capelli e rivolgiti ad uno specialista quando ne avverti il bisogno.



newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ottieni subito 10 euro di sconto per provare i nostri Integratori.


(*offerta valida per un ordine minimo di 30 euro da effettuare entro 30 giorni da questa iscrizione, utilizzabile per un solo acquisto)

← Precedente Successivo →