Alimenti per abbronzatura: i migliori nutrienti per una pelle dorata

Alimenti per abbronzatura: i migliori nutrienti per una pelle dorata

L’esposizione ai raggi solari, se effettuata correttamente, comporta grandi benefici per il nostro corpo. Scopriamo insieme quali sono e come stimolare l’abbronzatura attraverso la giusta alimentazione.

12/08/2021

Perché abbronzarsi? 

In generale, l’abbronzatura è percepita come un’azione svolta esclusivamente per fini estetici. Da anni, abbronzarsi è diventata una moda consolidata, al punto che spesso si ricorre alle lampade ultraviolette per ottenere una pelle dorata anche in inverno. Tuttavia, al di là dell’effetto estetico, l’esposizione ai raggi solari, quando effettuata correttamente, comporta dei grandi benefici per il nostro corpo. 


Innanzitutto, diversi studi hanno messo in luce come il 90% della vitamina D di cui il nostro organismo necessita proviene dai raggi solari. La vitamina D è essenziale nel processo di assimilazione del calcio e nella stimolazione del nostro sistema immunitario. A queste funzioni primarie, si aggiungono anche la capacità di questa vitamina di stimolare il sistema ormonale favorendo l’aumento dell’appetito, del desiderio sessuale e della fertilità.

 

 

Parallelamente, l’ipovitaminosi D (la carenza di vitamina D) compromette la mineralizzazione delle ossa causando così l’insorgenza di disturbi come l'osteoporosi e il rachitismo. Anche il sistema cardiovascolare può essere messo a rischio a causa di questa carenza vitaminica: diabete, sindrome metabolica e ipertensione sono tra le possibili conseguenze. In questo caso, l’integrazione alimentare è indispensabile per il buon funzionamento del proprio organismo. Vitamina D3 Liquida di Vitaminity consente la corretta reintegrazione di vitamina D promuovendo il normale utilizzo delle fonti di calcio e fosforo, e favorendo il giusto funzionamento del sistema muscolare e immunitario.

 

 

Oltre all’assimilazione della vitamina D, l’esposizione ai raggi solari provoca il rilascio di beta-endorfine. Si tratta di ormoni del benessere, gli stessi che vengono prodotti dopo un’intensa attività fisica, e svolgono una potente azione antidolorifica agendo per le stesse vie delle droghe come la morfina. Le beta-endorfine contribuiscono a ridurre la depressione, favorendo una sensazione di eccitazione e di dipendenza. Ecco spiegato perché alcuni affermano che prendere il sole può dare gli stessi effetti della droga


Ora che abbiamo capito quali sono gli effetti benefici dell’esposizione solare, vediamo qual è il modo migliore per stimolare l’abbronzatura e proteggere la pelle dai raggi UV.

 

La ricetta per l’abbronzatura perfetta 

Scegliere una crema solare adatta al proprio tipo di pelle è sicuramente essenziale per proteggere la pelle dai raggi UV e per favorire l’abbronzatura. Ma non è l’unico fattore. Il segreto per un’abbronzatura dorata e sana, infatti, è combinare la protezione solare con un’alimentazione che sia in grado di stimolare la tintarella e contrastare i radicali liberi prodotti in seguito all’esposizione solare. In questo modo, la pelle sarà protetta all’esterno e stimolata dall’interno

 

Prima ancora dei cibi abbronzanti: l’acqua

 

Mantenere il proprio corpo idratato è il primo passo per assicurarsi un’abbronzatura perfetta. Perché? L’acqua favorisce la corretta idratazione della pelle, stimolando così un’abbronzatura dorata e, soprattutto, omogenea. In realtà, a trarne beneficio è l’intero aspetto della pelle, la quale è più elastica e meno soggetta a disturbi estetici come la ritenzione idrica e la cellulite. Bere la giusta dose di acqua giornaliera è indispensabile per evitare la disidratazione corporea, la quale può provocare un’eccessiva stanchezza e un malfunzionamento generale del nostro corpo. 

 

Cibo, abbronzatura e vitamina A 

Quando si parla di dieta per abbronzatura perfetta, il primo consiglio è quello di incrementare la quantità di cibi dal colore giallo e arancione. Quest’ultimi sono ricchi di betacarotene, il precursore della vitamina A. Il betacarotene, infatti, è noto per stimolare la produzione di melanina, l’insieme di pigmenti della pelle che favorisce il cambiamento di colore e, quindi, l’abbronzatura. Inoltre, il betacarotene protegge la cute dai radicali liberi, i responsabili dell’invecchiamento cellulare precoce.

 

 

Al primo posto tra i migliori alimenti per abbronzatura, vi sono senza dubbio le carote. Con all’incirca 1200 mg di vitamina A per 100 g, le carote sono detengono il primato come il miglior abbronzante naturale. Restando tra i cibi di colore arancio e giallo, troviamo le albicocche, che con in media 400 mg di vitamina A per 100 g combattono la formazione di radicali liberi e favoriscono il benessere della pelle. Dissantante, energizzante e, ovviamente, ricco di vitamina A: il melone è un altro frutto che non dovrebbe mai mancare nella dieta per l’abbronzatura perfetta. Tra i super cibi abbronzanti, rientrano poi i peperoni gialli, rossi e verdi: sono ricchi di antiossidanti naturali e contengono una buona dose di vitamina A (150 mg per 100 g).

 

 

Accanto ai cibi di color giallo e arancio, spiccano per la loro alta dose di vitamina A gli alimenti verdi. In particolare, gli spinaci, contenendo ben 600 mg di vitamina A per 100 g, sono il cibo più ricco di betacarotene dopo le carote. Sullo stesso piano degli spinaci, troviamo anche il radicchio rosso, che con lo stesso apporto di vitamina A è in grado di stimolare la corretta abbronzatura. A seguire, invece, vi sono la cicoria, la lattuga e il sedano

 

Pomodori & Co.  

Anche se con un contenuto di betacarotene inferiore, ci sono alcuni cibi di colore rosso degni di nota quando si parla di dieta per abbronzatura. Ciliegie e angurie, infatti, contengono in media 30 mg di vitamina A per 100 grammi. Grazie alla loro azione antiossidante e depurativa, sono ottime alleate per la pelle, riducono il rischio di scottature e favoriscono un’abbronzatura più omogenea. 

 

 

Oltre che per la presenza di vitamina A, i frutti dal colore rosso si contraddistinguono per la presenza di licopene, una sostanza naturale appartenente al gruppo di carotenoidi. Questo attivo, presente soprattutto nei pomodori, svolge una forte azione antiossidante e anti-invecchiamento: contrasta i radicali liberi, previene l’invecchiamento cutaneo e stimola un’abbronzatura omogenea e dorata. Data la sua efficacia, non sorprende che il licopene sia uno degli ingredienti principali di Vitaminity Anti-Ox, l’integratore antiossidante per eccellenza. 

 

Alimenti per abbronzatura: gli omega 3 e 6 

Un’altra tipologia di alimenti consigliata nelle diete abbronzati sono i cibi ricchi di omega 3 e omega 6. Dire che questi cibi fanno abbronzare sarebbe sbagliato, piuttosto si tratta di alimenti che aiutano a mantenere la pelle più elastica e giovane. In particolare, gli acidi grassi nutrono e idratano il tessuto epiteliale, rendendo la pelle tonica e compatta. Svolgono anche un’importante azione antiossidante verso i radicali liberi, rallentando così l’invecchiamento cutaneo. Una pelle elastica e idratata è il primo passo per stimolare un’abbronzatura omogenea


Tra i cibi più ricchi di omega 3 e 6, vi sono i pesci azzurri come lo sgombro, le alici, le sardine, il salmone e il tonno. A questi si aggiungono i semi di lino, la frutta secca (soprattutto le noci), l’olio extravergine d’oliva e l’olio di girasole. Soprattutto i condimenti, oltre alle proprietà antiossidanti, sono anche ricchi di vitamina E, un’altra vitamina essenziale per mantenere il giusto livello di idratazione dell’epidermide.  

Tuttavia, a differenza degli acidi grassi omega 6, gli omega 3 sono più difficili da reperire mediante l’alimentazione mediterranea e, per questo, una loro carenza è più diffusa di quello che si potrebbe pensare. Per garantire il benessere del nostro corpo e sfruttare appieno i benefici che gli acidi grassi omega 3 apportano a tutto il nostro corpo (e non solo alla pelle), si può optare per un integratore specifico come Vitaminity Omega 3 Complex.  

 

Alimenti per abbronzatura e non solo 

L’esposizione ai raggi solari è benefica per il nostro organismo solamente se effettuata nel modo corretto. Utilizzare la crema solare adatta al proprio fototipo e non esporsi al sole durante le ore più calde (11 - 15) possono sembrare consigli scontati, ma troppo spesso in vacanza si tende a ignorarli. Oltre alla protezione solare, anche l’alimentazione è in grado di stimolare l’abbronzatura incrementando la produzione di melanina e, al contempo, contrastando l’invecchiamento cellulare correlato ai raggi solari. Una dieta sana e uno stile di vita equilibrato non solo garantiscono una migliore abbronzatura, ma sono alla base della salute del proprio corpo. 

 

 

Accanto a questi suggerimenti, per migliorare l’abbronzatura e mantenerla più a lungo, può rivelarsi d’aiuto l’integrazione alimentari. Integratori a base di betacarotene, antiossidanti, omega 3 e MSM favoriscono la bellezza di pelle e capelli non solo in estate.

 

 


← Precedente Successivo →

newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per poter rimanere aggiornato sugli sconti esclusivi riservati agli iscritti!


(*offerta valida per un ordine minimo di 30 euro da effettuare entro 30 giorni da questa iscrizione, utilizzabile per un solo acquisto)