Astragalo: proprietà di un’erba antica

Astragalo: proprietà di un’erba antica

Il posto giusto per scoprire l’astragalo: proprietà famose e proprietà meno note di una pianta utilizzata da secoli.

24/11/2020

L'astragalo è una pianta che è stata usata nella medicina tradizionale cinese per secoli e i cui benefici sono tuttora oggetto di studio da parte della comunità scientifica.

L’astragalo ha proprietà anti-invecchiamento, antinfiammatorie ed è soprattutto nota per l’azione di potenziamento del sistema immunitario.

Si ritiene che l'astragalo prolunghi la vita e sia usato per trattare un'ampia varietà di disturbi, come affaticamento, allergie e raffreddore. Viene anche usato contro le malattie cardiache, il diabete e altre condizioni patologiche.

In questo articolo esploreremo le numerose proprietà dell’astragalo, benefici per il sistema immunitario inclusi.

 

Sommario:

  1. Che cos’è l’astragalo
  2. Potenziare il sistema immunitario con l’Astragalo
  3. Astragalo: proprietà utili in caso di chemioterapia
  4. Astragalo: benefici per il cuore
  5. Astragalo e benefici sul diabete di tipo 2
  6. Astragalo: proprietà utili per il sistema urinario
  7. Astragalo e benefici ulteriori per la salute
  8. Astragalo: dosaggio consigliato
  9. Astragalo controindicazioni ed effetti collaterali

 

Pronto a scoprire l’astragalo, proprietà e controindicazioni?

Iniziamo con ordine.

 

Iniziamo con ordine.

 

1. Che cos'è l'astragalo?

L'astragalo è una pianta della famiglia delle Fabaceae, si tratta quindi di una leguminosa.

Sebbene ci siano oltre 2.000 specie di astragalo, solo due sono utilizzate principalmente negli integratori di astragalo: Astragalus membranaceus e Astragalus mongholicus.

In particolare, è la radice di queste due varietà di astragalo che contiene i principi attivi responsabili delle virtù della pianta. La radice di astragalo viene infatti utilizzata nelle preparazioni di integratori di astragalo di diverse forme; estratti liquidi, capsule, polveri ecc.

Abbiamo parlato non a caso di astragalo e integratori. Questi ultimi, infatti, rappresentano il metodo più comune per beneficiare delle proprietà di questa pianta officinale.

Per dire la verità l'astragalo viene talvolta somministrato anche per iniezione o per via endovenosa in ambiente ospedaliero, come vedremo nei prossimi paragrafi. Tuttavia, questa modalità di assunzione rappresenta una piccola fetta, la pianta viene somministrata più comunemente attraverso l’estratto secco della radice di astragalo.

E per quale motivo si assume l’astragalo in un integratore?

Ci sono un sacco di buoni motivi… vediamoli insieme.

 

2. Potenziare il sistema immunitario con l’Astragalo

Il ruolo principale del tuo sistema immunitario è proteggere il tuo corpo dagli invasori dannosi, inclusi batteri, germi e virus che possono causare malattie.

 

astragalo

 

La stimolazione delle difese immunitarie è il primo e più importante motivo per cui si assume questa pianta (e per cui vale la pena di conoscerla!).

Per questo motivo l’astragalo è il principale estratto secco utilizzato in molti integratori che potenziano il sistema immunitario, come questo.

Si dice infatti che l’astragalo ha proprietà magiche per le nostre difese contro virus e batteri.

L’astragalo, o astragalus, in effetti è un potente immunostimolante, ma la magia c’entra poco.

Alcune sperimentazioni scientifiche hanno mostrato che l'astragalo può aumentare la produzione di globuli bianchi da parte del corpo, ossia delle cellule del sistema immunitario responsabili della prevenzione delle malattie.

Nella ricerca sugli animali, la radice di astragalo ha dimostrato di aiutare a uccidere batteri e virus nei topi con un’infezione in corso.

Gli studi sull’uomo sono più limitati rispetto alle evidenze riscontrate sugli animali. Tuttavia, è stato dimostrato che l’astragalo detiene proprietà benefiche che aiutano a combattere le infezioni virali nell'uomo, incluso il comune raffreddore, l’influenza, affezioni respiratorie e anche problematiche epatiche.

 

3. Astragalo: proprietà utili in caso di chemioterapia

È noto che la chemioterapia ha effetti collaterali molto negativi. Secondo alcuni studi, l'astragalo può aiutare ad alleviarne alcuni.

Ad esempio, uno studio clinico su persone sottoposte a chemioterapia ha evidenziato che l'astragalo, somministrato per via endovenosa, ha ridotto la nausea del 36%, il vomito del 50% e la diarrea del 59%.

Allo stesso modo, diversi studi hanno dimostrato i benefici della pianta per la nausea e il vomito negli individui sottoposti a chemioterapia per il cancro del colon.

Inoltre, uno studio clinico ha dimostrato che 500 mg di astragalo per via endovenosa tre volte alla settimana possono migliorare l'estrema stanchezza associata alla chemioterapia.

Tuttavia, l'astragalo sembrava essere utile solo durante la prima settimana di trattamento, devono qui di essere fatti altri accertamenti scientifici per comprendere meglio il ruolo della pianta sugli effetti collaterali della chemioterapia.

 

4. Astragalo: benefici per il cuore

L’Astragalo è anche amico del cuore. Può migliorare la funzione cardiaca grazie alla capacità di vasodilatazione e l’aumento del sangue che viene pompato dal cuore.

 

astragalo

 

In uno studio clinico, ai pazienti con insufficienza cardiaca sono stati somministrati 2,25 grammi di astragalo due volte al giorno per due settimane, insieme al trattamento convenzionale. I pazienti che avevano assunto astragalo hanno dimostrato maggiori miglioramenti nella funzione cardiaca rispetto a quelli sottoposti al trattamento standard.

In un altro studio, i pazienti con insufficienza cardiaca hanno ricevuto 60 grammi al giorno di astragalo per via endovenosa insieme al trattamento convenzionale. Ancora una volta il gruppo di pazienti che aveva assunto astragalo aveva avuto un maggiore miglioramento dei sintomi cardiaci rispetto al gruppo di controllo.

Inoltre, alcune evidenze scientifiche suggeriscono che l'astragalo può ridurre i sintomi della miocardite, una condizione infiammatoria del cuore.

Tuttavia, i risultati sulla miocardite sono ancora incerti ed è bene menzionare che altri studi su pazienti con insufficienza cardiaca non hanno dimostrato alcun beneficio dell’astragalo per la funzione cardiaca. La ricerca in questo senso deve ancora dare risposte certe.

 

5. Astragalo e benefici sul diabete di tipo 2

Un’altra azione importante di questa erba antica riguarda la glicemia, ossia i livelli di zucchero nel sangue.

I principi attivi presenti nella radice dell'astragalo possono infatti aiutare a ridurre i livelli di zucchero nel sangue nei soggetti con diabete di tipo 2.

Questo spiega perché in Cina l’astragalo è stata identificata come l'erba più frequentemente prescritta per aiutare con la gestione del diabete.

Negli studi sugli animali e in provetta, la pianta ha dimostrato di migliorare il metabolismo dello zucchero e ridurre i livelli di zucchero nel sangue. In uno studio su animali, ha anche portato alla perdita di peso.

Ancora una volta, gli studi sull’uomo sono molto più limitati rispetto a quelli sugli animali, ma sebbene siano necessarie ulteriori ricerche i risultati raccolti finora sono promettenti.

Per esempio, è stato dimostrato che l'assunzione quotidiana di 40-60 grammi di astragalo per un massimo di quattro mesi può migliorare i livelli di zucchero nel sangue dopo il digiuno e dopo i pasti nelle persone con diabete di tipo 2.

 

6. Astragalo: proprietà utili per il sistema urinario

Alcuni studi suggeriscono che l'astragalo può aiutare a migliorare la funzione renale nei soggetti con malattie renali. Questa pianta può anche prevenire le infezioni nei soggetti con ridotta funzionalità renale.

 

astragalo

 

La proteinuria è una condizione in cui si riscontrano quantità anomale di proteine ​​nell'urina, segno che i reni possono essere danneggiati o non funzionare normalmente.

L'astragalo ha dimostrato di migliorare la proteinuria in numerosi studi che hanno coinvolto soggetti con malattie renali.

Allo stesso modo, l’assunzione di questa pianta può anche aiutare a prevenire le infezioni nelle persone con ridotta funzionalità renale.

Ad esempio, 7,5-15 grammi di astragalo assunti quotidianamente per 3-6 mesi hanno ridotto il rischio di infezione del 38% nelle persone con un disturbo renale chiamato sindrome nefrosica.

 

7. Astragalo e benefici ulteriori per la salute

Esistono molti studi preliminari sull'astragalo che indicano che l'erba può avere altri potenziali benefici.

Alcuni studi evidenziano che l'astragalo può aiutare a migliorare la stanchezza nelle persone con sindrome da affaticamento cronico, specie se combinato con altri integratori a base di erbe.

Effetti anticancro: negli studi in provetta, l'astragalo ha promosso l'apoptosi o la morte cellulare programmata in vari tipi di cellule tumorali.

Sintomi allergici stagionali migliorati: sebbene gli studi siano limitati, uno studio clinico ha scoperto che 160 mg di astragalo due volte al giorno possono ridurre lo starnuto e il naso che cola in soggetti con allergie stagionali.

 

8. Astragalo: dosaggio consigliato

La radice di astragalo può essere trovata in molte forme diverse.

Gli integratori di astragalo sono disponibili in capsule ed estratti liquidi e questi sono spesso associati ad altri composti naturali per potenziarne gli effetti terapeutici, (è questo il caso dell’integratore Vitaminity Astro-Immune).

La radice può anche essere macinata in una polvere, da cui può essere ricavato un tè. Anche i decotti sono popolari e i realizzano facilmente bollendo la radice di astragalo per rilasciare i suoi composti attivi.

 

astragalo

 

Sebbene non vi sia consenso ufficiale sulla forma o sul dosaggio più efficaci dell'astragalo, sono normalmente somministrati 9-30 grammi al giorno.

Sulla base della ricerca, dosi orali fino a 60 grammi al giorno per un massimo di quattro mesi sembrano essere sicure per la maggior parte delle persone.

 

9. Astragalo controindicazioni ed effetti collaterali

Per la maggior parte delle persone, l'astragalo è ben tollerato.

Solo di rado sono stati riportati effetti collaterali minori come eruzione cutanea, prurito, naso che cola, nausea e diarrea.

Quando somministrato per via endovenosa, l'astragalo può avere effetti collaterali più gravi, come ad esempio l’aritmia cardiaca. Infatti, è bene che sia somministrato per via endovenosa o per iniezione solo sotto controllo medico.

Sebbene l'astragalo sia sicuro per la maggior parte delle persone, le seguenti persone dovrebbero evitarlo:

Donne in gravidanza e in allattamento: attualmente non ci sono abbastanza ricerche per dimostrare che l'astragalo è sicuro durante la gravidanza o l'allattamento e, come da prassi in questi casi, in mancanza di prove ne viene sconsigliato l’uso.

Individui con malattie autoimmuni: come abbiamo visto, l'astragalo può aumentare l'attività del sistema immunitario. In caso di malattia autoimmune, come la sclerosi multipla, il lupus o l'artrite reumatoide può essere prudente evitare l’assunzione di questa pianta.

Individui che assumono farmaci immunosoppressori: per lo stesso motivo, poiché l'astragalo può aumentare l'attività del sistema immunitario, può ridurre gli effetti dei farmaci immunosoppressori e ne è quindi sconsigliato l’uso in questi casi.



newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per poter rimanere aggiornato sugli sconti esclusivi riservati agli iscritti!


(*offerta valida per un ordine minimo di 30 euro da effettuare entro 30 giorni da questa iscrizione, utilizzabile per un solo acquisto)

← Precedente Successivo →