Come curare l’ansia naturalmente: 6 piante per la tua calma

Come curare l’ansia naturalmente: 6 piante per la tua calma

Ansia e stress eccessivi? Ritrova calma, serenità e buon umore in modo naturale. Scopri come curare l’ansia sfruttando le proprietà calmanti di queste piante.

15/09/2021

Ansia: la paura della paura 

Ogni giorno proviamo una vasta gamma di emozioni e ciascuna di essa svolge un ruolo fondamentale per la nostra sopravvivenza. Le emozioni, infatti, sono indispensabili per individuare pericoli e imparare a difenderci. Fra queste, non fa eccezione l’ansia. 

L’ansia è un’emozione che scaturisce nell’essere umano una reazione di allarme di fronte ad una minaccia esterna o interna. Si tratta di una reazione psico-fisica in grado di garantire l’adattamento dell’uomo all’ambiente favorendo così la sua sopravvivenza. 

Tuttavia, quando l’intensità dell’ansia diventa eccessiva e non riusciamo a tenerla sotto controllo, può rappresentare un limite per la vita quotidiana compromettendo il nostro benessere psicologico generale

Come curare l’ansia senza farmaci 

L’ansia è un disturbo che che può avere diverse origini e che riguarda un elevato numero di persone. In molti casi, però, è possibile tenere sotto controllo l’ansia e i suoi effetti grazie ad uno stile di vita sano e rivolgendosi ad un esperto che sappia consigliare il percorso migliore per ogni caso specifico. 

Ancora prima di ricorrere ai farmaci, ci sono alcuni rimedi naturali che possono contribuire ad alleviare i sintomi ansiogeni: dalla meditazione allo sport, dall’alimentazione sana alla natura. In particolare, vi sono alcune piante impiegate fin dall’antichità per ridurre gli stati ansiosi e ritrovare uno stato ottimale di calma e serenità. Scopriamo insieme quali sono e come sfruttarle al meglio.

1. Rimedi ansia naturali: la passiflora 

Appartenente alla famiglia delle Passifloraceae, la passiflora è una pianta originaria del Centro e del Sud America, ma che da tempo viene coltivata in tutti i climi caldi e temperati del mondo. È una specia apprezzata sia per il suo scopo ornamentale sia per le sue rinomate proprietà terapeutiche




La passiflora, infatti, ha un effetto sedativo sul sistema nervoso centrale e, per questo, è un antico rimedio contro l’ansia. Alcuni studi hanno dimostrato come questa pianta sia in grado di aumentare i livelli di GABA (acido gamma-aminobutirrico) nel cervello umano. Ridurre i livelli di questo composto comporta la riduzione dell’attività cerebrale favorendo così il rilassamento. Il suo segreto? La sua composizione ricca di flavonoidi, tra cui spicca l’isovitexina

Grazie alle sue proprietà rilassanti e anti-ansiogene, questa pianta è ideale anche per ridurre la fame nervosa e il gonfiore addominale provocato da un eccessivo stress. Diminuendo gli stati ansiosi, la passiflora è considerata un vero e propria toccasana per combattere l’insonnia e ritrovare la serenità con un corretto riposo. 

2. Ansia come combatterla con il biancospino 


 

In fitoterapia, il biancospino è noto per essere la “pianta del cuore” grazie alla sua potente attività sul sistema cardiovascolare. Questa pianta, infatti, svolge un’azione rilassante sulla muscolatura delle pareti vasali favorendo così la regolazione della pressione arteriosa. Ecco perché viene spesso impiegato nel trattamento dell’ipertensione, delle aritmie e tachicardia

Tuttavia, il cuore non è l’unico a beneficiare delle proprietà di questa pianta. Grazie alla composizione estremamente ricca di flavonoidi (e in particolare di vitexina), infatti, il biancospino è conosciuto per essere un potente sedativo e tranquillante naturale. Riduce gli stati di agitazione fino a divenire un importante alleato per tutti coloro che soffrono di ansia, nervosismo, emotività e irritabilità. Proprio come la passiflora, anche questa pianta viene consigliata anche per migliorare la qualità del sonno e dell’umore

3. Giuggiole contro stress e insonnia 

Fin dall’antichità, le giuggiole (o zizyphus jujuba) sono utilizzate come calmante nella medicina cinese. Tuttavia, si tratta di una specie che da secoli cresce sia spontaneamente sia coltivata anche nelle regioni mediterranee. Le proprietà calmanti e rilassanti di questa pianta sono da attribuire ad alcuni flavonoidi presenti sia nei frutti che nei semi, tra cui spicca il jujuboside. In alcuni studi scientifici, quest’ultimo infatti ha dimostrato un’attività rilevante sulle onde cerebrali inducendo così il rilassamento degli stati ansiogeni. Si rivelano, quindi, un ottimo rimedio contro ansia, nervosismo, stress e irritabilità

 

 

A livello nutrizionale, le giuggiole ricordano i fichi e dei datteri: sono ricche di vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C. È proprio questa composizione ricca di vitamine e minerali a renderle anche un rimedio efficace contro infiammazioni, infezioni alla bocca e influenza stagionale.  

4. Il tè per curare ansia 

 

Da secoli, il (Camelia sinensis) è una delle bevande più apprezzate e consumate al mondo. L’infuso che si ricava dalle sue foglie è noto sia per le sue proprietà eccitanti che rilassanti. Questo perché se la teina (la caffeina del tè) attiva il sistema nervoso, la teanina invece favorisce il rilassamento dell’organismo

 Nello specifico, L-Teanina è un amminoacido non proteico che deriva dall’etilamidico dell’acido glutammico, il quale è un precursore del GABA. A sua volta, questo è noto per essere un importante inibitore del sistema nervoso centrale

 A sostegno di ciò, uno studio scientifico ha dimostrato come somministrare 200 mg di teanina al giorno a un gruppo di donne con disturbi d’ansia abbia favorito un notevole incremento di onde alfa, ovvero le onde cerebrali che stimolando il rilassamento e la tranquillità. 

5. Attacchi d’ansia? Prova la magnolia 

Un’altra pianta ideale per combattere l’ansia è la magnolia. Nativa dei paesi asiatici, viene impiegata da migliaia di anni come pianta officinale della medicina cinese per trattare l’asma e alleviare depressione, stress e ansia

Le sue proprietà benefiche sono da ricercare nella sua corteccia, la quale è ricca di due importanti sostanze: la honokiolo e il magnololo. Sono loro a conferire un effetto calmante a chiunque utilizzi questa pianta, senza però provocare spossatezza o sonnolenza


 

Oltre ad essere un rimedio per ansia e stress, la magnolia ha notevoli proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antitumorali. La corteccia d’Oriente viene, infatti, impiegata spesso anche nel mondo della cosmetica per purificare la pelle e combattere l’acne. 

6. Come curare l’ansia con la pianta del Natale 

Simbolo per eccellenza del Natale, il vischio è una pianta semiparassita che cresce in modo spontaneo nei boschi d’Europa e d’America. La sua particolarità è quella di prosperare aggrappato come ospite ad altre specie di tipo arboreo, come il biancospino, la quercia, il melo, l’acero e il pioppo. 

Quando si parla del vischio, vi sono due elementi a cui bisogna prestare attenzione: le sue bacche e la presenza di lectine nella sua composizione. Entrambe, infatti, conferiscono alla pianta un’elevata tossicità fino a provocare avvelenamenti e shock per il nostro organismo. Tuttavia, una volta eliminata la componente tossica, il vischio diventa una pianta dalle incredibili proprietà terapeutiche

 

In fitoterapia, il vischio viene sfruttato per la sua forte attività antitumorale, soprattutto contro il tumore al seno, per la sue proprietà stimolanti verso il sistema immunitario e per la sua azione regolatrice della tensione arteriosa. È la presenza di lignani, invece, a rendere il vischio un efficace rimedio naturale contro l’ansia e gli attacchi di panico. Questi, infatti, svolgono un’azione calmante, sedativa e cardiotonica per il nostro organismo. 

Come sfruttare le piante anti-ansia 

Dagli infusi agli integratori, i modi per sfruttare le proprietà terapeutiche di queste piante per combattere ansia e stress sono molteplici. Indubbiamente, gli integratori alimentari restano il rimedio naturale più efficace, in quanto sono in grado di concentrare in un’unica capsula gli attivi ad alta titolazione delle piante. 


 

Ancora più efficaci sono integratori per ansia e stress che impiegano in modo sinergico non un solo ma più estratti naturali per potenziare la loro azione terapeutica. Rientra in questa categoria Vitaminity Anti-Anxiety, il quale racchiude nella sua composizione proprio tutte le piante di cui abbiamo parlato in quest’articolo. Due capsule al giorno di questo integratore sono in grado di ridurre l’ansia, lo stress e la depressione promuovendo una sensazione di serenità e calma. Ne beneficiano anche coloro che soffrono di mancanza di concentrazione, ipertensione, sindrome premestruale o alopecia psicogena.


Successivo →

newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per poter rimanere aggiornato sugli sconti esclusivi riservati agli iscritti!


(*offerta valida per un ordine minimo di 30 euro da effettuare entro 30 giorni da questa iscrizione, utilizzabile per un solo acquisto)