Dieta energizzante: 9 consigli contro la STANCHEZZA in PRIMAVERA

Dieta energizzante: 9 consigli contro la STANCHEZZA in PRIMAVERA

Ti è mai capitato di notare una maggiore stanchezza in primavera?

09/04/2020

 

Ti è mai capitato di notare una maggiore stanchezza in primavera?

 

Questo fenomeno prende anche il nome di “astenia primaverile” ed è dovuto all’aumento delle ore di luce e ad un clima più mite.

 

Il nostro corpo, infatti, cambia a seguito di una diversa secrezione endocrina e all’attivazione del metabolismo, affaticato dall’alimentazione più generosa invernale e dal poco movimento.

 

La stanchezza di primavera è quindi la manifestazione dell’esigenza del corpo di trovare energie per ripartire.

 

Vediamo come è possibile aiutarlo grazie ad una dieta energizzante che prediliga “cibi anti stanchezza”.

 

Ecco 9 consigli contro la stanchezza di primavera.

 

Partiamo dal consiglio anti-stanchezza più semplice.

 

1 - Bere di più

L’acqua è un drenante naturale che ripulisce i vari organi e comparti da prodotti di scarto. Un riequilibrio della corretta idratazione aiuta anche a combattere l’infiammazione

Non sei un gran bevitore (d’acqua)? Aiutati con le acque aromatizzate.

Il secondo punto è un vero e proprio caposaldo di una dieta energizzante contro la stanchezza di primavera.

 

2 - Ridurre in modo sensibile gli zuccheri semplici e carboidrati raffinati

Scegliere i cereali in chicco e preferibilmente integrali, legumi da accompagnare con un ricco piatto di verdure, il tutto condito da una giusta quantità di olio EVO.

Riducete il sale e fate largo alle spezie, ai germogli e ai semi.

Sono alimenti antiossidanti, ricchi di vitamine e sali minerali. Con questi piatti non solo ridurremo il senso di stanchezza in primavera, ma anche i radicali liberi che spesso aumentano a causa degli eccessi nutrizionali nei mesi freddi.

Se facciamo attenzione a scegliere i giusti carboidrati, lo stesso vale per le proteine.

 

dieta energizzante stanchezza primavera

 

3 - Sì alle proteine, senza eccedere e di buona qualità

Carni biologiche e pesce pescato sono le scelte migliori di proteine da includere nella dieta di primavera.

 

Come cucinarli?

 

Cotti al piatto o al forno a bassa temperatura.

 

Scegliere pesce azzurro almeno 2 volte a settimana per un adeguato apporto di Omega tre.

Anche in questo caso prediligere spezie, erbe aromatiche e olio EVO per le cotture e i condimenti.

 

Le verdure sono sempre un abbinamento vincente per ogni pasto della dieta energizzante.

 

4 - Prendersi cura del proprio fegato con alimenti detox

In caso di particolare pesantezza eseguire due giorni di dieta detox.

 

In alternativa si potrà trarre benefici anche dall’inserimento, una volta al giorno, delle verdure amare (radicchi, indivia, carciofi..) nella nostra dieta energizzante anti stanchezza.

 

Evitare poi l’alcol, insaccati e grassi animali. Sì alla curcuma, da evitare solo in caso di calcoli alla colecisti.

 

Aiutare la depurazione del fegato aiutandosi anche con tisane a base di finocchio, cardo marinao ed anice stellato.

 

Un fegato in salute contribuisce a diminuire il senso di stanchezza di primavera.

 

dieta energizzante stanchezza primavera

 

5 - Sì ai carboidrati complessi

Consiglio valido non solo per una dieta energizzante e anti-stanchezza, ma sempre e in particolare nelle diete senza una consulenza specialistica. Non eliminare completamente i carboidrati.

 

Rischieresti infatti il famoso effetto yoyo. Questo è spesso associato ad una errata reintroduzione dei carboidrati nella dieta e soprattutto dal rischio di non sapere come poi alimentarsi nel modo corretto, che determinerà un recupero, con gli interessi, dei chili persi. 

 

6 - Gestisci bene la distribuzione dei pasti e degli alimenti

L’orario e la distribuzione dei macronutrienti è fondamentale per ripartire e accendere il metabolismo in primavera. Non c’è un’unica soluzione giusta per tutti, ma ciascuno in base alla propria vita potrà avere esigenze diverse e soluzioni diverse.

 

Una dieta anti-stanchezza in primavera deve partire col il piede giusto sin dal mattino.

 

7 - Dedica tempo ad una buona e sana colazione

Una buona colazione, che può essere in certi casi sostituita da un brunch, deve contenere carboidrati complessi (pane tostato, cereali...) proteine (questo è un buon momento per inserire uova o formaggi leggeri o yogurt) e anche un frutto. Ottima anche la crema Budwig. 

 

Per gli spuntini, non sempre necessari, potremmo pensare a centrifugati verdi ricchi di verdure…e antiossidanti.

 

8 - Riprendi l’attività fisica

Per chi l’avesse interrotto, riprendere a fare sport in modo graduale, con esercizi volti acquisire la coscienza del proprio corpo e poi mirati alla tonificazione muscolare.

 

L’ultimo consiglio contro la stanchezza di primavera è valido se una dieta energizzante seguita in modo scrupoloso non dovesse essere sufficiente.

 

9 - Se è necessario assumi integratori contro la stanchezza

Tra le vitamine la famiglia del complesso B è sicuramente protagonista della primavera.

Spesso uno dei sintomi della carenza di vitamina B, o semplicemente della necessità di introdurne maggior quantità, è proprio la stanchezza.

 

Perché se cerchiamo integratori contro la stanchezza vengono consigliati i complessi di vitamina B?

 

Le vitamine del gruppo B partecipano a numerosi processi metabolici di sintesi del metabolismo. Essenziale per il buon processamento energetico delle materie prime e la sintesi dei neurotrasmettitori.

 

In sintesi, le vitamine del gruppo B aiutano il corpo a convertire il cibo in energia contribuendo al risveglio primaverile del corpo, riducono l’apatia e ci fanno sentire più energici.




newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ottieni subito 10 euro di sconto per provare i nostri Integratori.


(*offerta valida per un ordine minimo di 30 euro da effettuare entro 30 giorni da questa iscrizione, utilizzabile per un solo acquisto)

← Precedente Successivo →