Dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00

Tonsillectomia (intervento alle tonsille): alimentazione post-intervento, massa muscolare e dimagrimento.

 Buongiorno dott.ssa Granucci,
Ho di recente subito un intervento di tonsillectomia e dovrò tenere un regime alimentare molto restrittivo per le prossime settimane, a base di cibi liquidi e semi-liquidi, e soprattutto stop da qualsiasi attività fisica.
Sarà sicuramente l'occasione per fare un po' di "detox", ma come posso prevenire la perdità di massa muscolare?
Vorrei infatti cercare di mantenere una buona massa muscolare e piuttosto eliminare i grassi in eccessi.  
Grazie
Roberto

irene

 Buongiorno Roberto Iniziamo col dire che, in poche settimane, almeno che tu non sia un agonista, la tua massa muscolare non avrà significativo decremento, e potrai comunque fare delle passeggiate o un'attività come pilate o yoga. La ripresa dell'alimentazione normale è in genere piuttosto celere, ma varia da caso a caso ed è sempre necessario seguire le indicazione fornite al momento delle dimissioni. In generale, è necessario fare attenzione alla corretta idratazione, quindi bere acqua, the, succhi di frutta allungati (nn a base di agrumi). Per i primi giorni è poi possibile preparasi ministre di verdure, brodi sia vegetali che a base di carne, in cui si può aggiungere degli omogenizzati fatti frullando carne e/o cereali. La consistenza della minestra andrà via via aumentando pur restando sempre cremosa. Il tutto dovrà comunque essere assunto freddo. Inoltre si potrà mangiare yogurt, purè di patate, frutta frullata/grattugiata. Ottimi in questa fase sono saltuari gelati a base di frutta. Il cibo solido dovrà in un primo momento essere comunque tenero e ben masticato. Se lo stop dall'attività fisica sarà prolungato allora è possibile inserire un prodotto proteico per sostenere la massa muscolare, in genere sono in polvere e potranno essere sciolti in acqua insieme ad un frullato.  

Dr.ssa Irene Granucci

Biologa Nutrizionista

La dieta giusta: come fare a trovare la dieta giusta per se stessi?

 Buongiorno dott.ssa Granucci,
è una vita che faccio diete, le ho provate tutte, ma alla fine sono sempre punto a capo?!  
Grazie
Sandra

irene

 Buongiorno Sandra, Le devo dire in verità che lei non è mai stata a dieta! Dieta vuol dire trovare un’abitudine alimentare adeguata che possa accompagnarci per tutta la vita. Queste abitudini sono i pilastri della nostra nutrizione e favoriscono il mantenimento di un buono stato di salute e di un peso adeguato salvaguardando la nostra silhouette.  

Dr.ssa Irene Granucci

Biologa Nutrizionista

Quanto dura una dieta?

 Buongiorno Dottoressa,
ma la dieta che mi darà va bene per sempre?  
Grazie

irene

  Diciamo più o meno sì, in ogni piano nutrizionale sono presenti i pilastri della nutrizione sempre validi, ma poi su ognuno costruiamo una casa ad hoc, e qui si personalizzano in base alle esigenze, necessità e fabbisogni le indicazioni e l’alimentazione vera e propria. Ogni casa però di tanto in tanto ha bisogno di un “restauro”; il tempo passa e le persone cambiano, cambiano le loro abitudine ed esigenze ma anche da un punto di vista biologico si cambia e di conseguenza anche le esigenze nutrizionali. Ecco perché è necessario tornare una volta l’anno ogni 18 mesi dal vostro Biologo nutrizionista, per rivalutare i vostri bisogni.  

Dr.ssa Irene Granucci

Biologa Nutrizionista

Pesare gli alimenti?

 Buongiorno Dottoressa,
ma devo pesare gli alimenti è proprio necessario?  
Grazie

irene

  Un po’ sì un po’no.. diffidate da chi vi dice che vi fa fare una dieta senza pesare niente… nessuno può dimagrire mangiando 1kg a pasto di pasta, condita con 1/2l di olio, e poi a seguire anche 500g di carne. Non importa pesare tutto al g ne dobbiamo essere schiavi della bilancia per gli alimenti, ma i un primo periodo può essere utile perché sicuramente dovremmo ridurre quanto stiamo assumendo e iniziare a mangiare delle porzioni adeguate al nostro fabbisogno, dopo aver preso le misure delle quantità che ci servono per vivere bene, la bilancia non serve più.  

Dr.ssa Irene Granucci

Biologa Nutrizionista

Serve tener conto delle Calorie?

 Buongiorno Dottoressa,
Le calorie si legge che non servono più a niente quindi perché si devono calcolare?  
Grazie

irene

  Le Kcal sicuramente non possono essere un punto di arrivo per stilare un piano nutrizionale, ma sono un buon punto di inizio per valutare quello che occorre in base allo stile di vita individuale. Resta fermo il fatto che 500Kcal possono essere date da un bel piatto bilanciato o da un bel cornetto farcito, certamente non sono le stesse Kcal. Ma resta il fatto che se non utilizzo quell’energia essa sarà messa in deposito!  

Dr.ssa Irene Granucci

Biologa Nutrizionista

Cos'è importante per dimagrire?

 Buongiorno Dottoressa,
La cosa più importante per dimagrire qual è??  
Grazie

irene

  Fondamentale, soprattutto quando il peso da perdere è elevato, è la motivazione, poi una dieta bilanciata senza eliminazione di niente, se non per motivi specifici che solo un esperto può valutare, con le giuste combinazione tra gli alimenti secondo le necessità della persona, le adeguate quantità e la buona qualità di ciò che mangiamo. Poi è necessaria un’adeguata attività motoria e sapersi dare tempo; i risultati ci saranno e saranno duraturi mentre col la fretta si rischia di non ottenere un solido traguardo.  

Dr.ssa Irene Granucci

Biologa Nutrizionista

Test del DNA?

 Buongiorno Dottoressa,
La cosa più importante per dimagrire qual è??  
Grazie

irene

  Il test del DNA serve soprattutto a quelle persone che vogliono acquisire degli stili alimentari sani, che hanno spesso piccoli disturbi di varia natura e ricorrenti o che avvertano che sebbene effettivamente stiano seguendo corrette abitudini, queste non supportano a sufficienza l’organismo con una sensazione costante di non totale benessere. In questi casi il test permette di evidenziare possibili piccole modifiche che possono predisporre l’organismo a, per esempio, un cattivo metabolismo dei glucidi o dei lipidi, o ad avere uno stato infiammatorio o una peggior detossificazione. Sapere queste cose permette di migliorare in modo ancora più specifico le indicazioni nutrizionali anche per migliorare l’apporto dei micronutrienti specifico e anche per ritagliare sulla persona un’integrazione specifica. Questi aspetti saranno validi per sempre e su questi poi si potrà lavorare nelle varie fasi della vita in maniera più specifica possibile almeno fino ad oggi.  

Dr.ssa Irene Granucci

Biologa Nutrizionista